revisione del sito web in 10 punti

Il tuo sito web ha bisogno di una revisione?

Se hai il sospetto che il tuo sito web non svolga bene il suo compito di attrarre visitatori e generare contatti qualificati, è il caso di condurre una analisi approfondita per comprendere quali possano essere i problemi.

Il tuo sito web dovrebbe essere la componente centrale di tutta la tua attività di marketing online. Se non svolge bene la sua funzione, stai perdendo delle opportunità. Senza pretendere di essere esaustivi abbiamo selezionato 10 punti che dovresti verificare con attenzione.

Revisiona il tuo sito web: i 10 punti fondamentali

Il tuo sito web dovrebbe essere la punta di diamante della tua azione di marketing online, attraendo visitatori e convertendoli nel tempo in contatti qualificati.

1. I contenuti sono centrati sugli interessi del tuo target clienti?

Il tuo sito web, attraverso i suoi contenuti, dovrebbe:

  • parlare ai tuoi visitatori e dimostrare che comprendi le loro necessità;
  • raccontare come hai risolto in passato lo stesso tipo di problemi;
  • far emergere la tua storia di progressi e successi nel risolvere le sfide del tuo business.

Dimostra, infine, che sei grado di comprendere le necessità dei tuoi clienti meglio di quanto faccia la concorrenza.

2. Offri una chiara occasione di interazione con te e la tua azienda in ogni pagina o articolo?

Molte piccole aziende e professionisti trascurano il fatto di offrire al visitatore una chiara occasione di interagire con loro, quella che viene chiamata Call to Action (CTA). In questo modo i visitatori abbandoneranno il tuo sito web senza aver stabilito alcuna connessione con te.

Ma poichè lo scopo principale del sito è proprio quello di convertire quanti più visitatori in contatti qualificati – ovvero contatti in qualche modo identificati per nome o email – non sarebbe opportuno fornire a questi visitatori delle occasioni di presentarsi a te esplicitamente?

Le CTA sono la chiave per cominciare il percorso che potrà portare un visitatore ad essere un vostro cliente.

3. La pagina di contatto è ben progettata e in evidenza?

Nella maggior parte dei casi, la pagina di contatto è una tra le più visitate. Ma, paradossalmente, in molti siti web questa pagina viene creata distrattamente e senza rifletterci troppo.

Come detto al punto precedente, la pagina di contatto è la prima CTA cui pensare e merita una attenzione particolare.

Oltre a una ottima visibilità e accessibilità, la pagina di contatto dovrebbe presentare:

  • un bottone attraverso il quale il visitatore possa chiamarvi telefonicamente con un click (detto click to call);
  • un modulo di contatto conciso e chiaro;
  • chiare indicazioni per raggiungere la vostra sede;
  • la definizione del come e del quando il visitatore sarà da voi ricontattato;
  • un buon funzionamento anche da smartphone e tablet;
  • i link ai tuoi account social, qualora il visitatore preferisse quel canale di contatto.

In alcuni casi potrebbe anche essere indicato avere nella pagina di contatto una breve sezione FAQ con le domande più frequenti o la possibilità di avviare una chat immediata con un tuo operatore.

4. Hai un design professionale?

In pochi secondi il tuo sito web deve catturare il visitatore. Se il design del sito è obsoleto, il visitatore avrò l’impressione che tu sia rimasto indietro o addirittura che tu sia fallito.

Attenzione tuttavia a non cadere nella tentazione opposta, il “nuovo a tutti i costi”. Il fatto che lo scorrimento a parallasse o le pagine che richiedono lunghi scorrimenti siano la moda del momento, non significa che tali tecniche si adattino bene a qualsiasi business. Il sito web deve esprimere la tua personalità.

5. La navigazione è semplice e diretta?

Se i visitatori devono fare troppi sforzi per trovare le informazioni che vogliono, li hai già persi. Pagine e articoli devono essere organizzati in modo che il visitatore raggiunga ciò che vuole senza giri tortuosi o troppi clic.

Per quanto riguarda la navigazione del sito, la semplicità è la regola aurea.

6. Il sito web supporta bene la navigazione da smartphone e tablet?

Il tuo sito deve essere utilizzabile anche dai dispositivi mobili, assicurando la stessa fruibilità anche al variare delle dimensioni dello schermo.

Più della metà delle ricerche su Google oggi vengono fatte da mobile.

In particolare dovresti verificare che:

  • le immagini scalino correttamente al variare delle dimensioni dello schermo;
  • la navigazione rimanga semplice ed efficace;
  • i contenuti testuali rimangano ben leggibili;
  • la velocità di caricamento non risulti troppo penalizzata dai dispositivi mobili.

7. Il tuo sito web è ottimizzato per i motori di ricerca?

Ricorda che tutti i tuoi contenuti ben studiati saranno inutili se non possono essere trovati dai motori di ricerca.

Sebbene non sia l’unico criterio seguito dai motori di ricerca, l’ottimizzazione on-page è molto importante. Tra gli aspetti più importanti:

  • pagine e articoli dovrebbero utilizzare in modo consistente le parole chiave che hai scelto;
  • ogni pagina e articolo dovrebbe avere una descrizione (il meta tag description) che invogli l’utente a scegliere il tuo sito tra i risultati offerti dalla ricerca;
  • i testi, pur utilizzando le parole chiave, non devono diventare troppo “artificiali” e poco leggibili;
  • scegli bene le immagini che accompagneranno i tuoi contenuti e utilizza nel loro nome e nella loro descrizione la parola chiave più importante.

8. Il sito si carica velocemente?

La velocità del tuo sito web influenza i motori di ricerca in due modi. Prima di tutto essa viene misurata dai motori stessi e, in caso di eccessiva lentezza, il sito viene penalizzato nei risultati di ricerca. Inoltre, se gli utenti stanchi di aspettare una pagina decidono di abbandonare il sito, il motore ne trae una ulteriore indicazione negativa.

Quali sono i principali colpevoli per un sito lento?

  • un hosting troppo economico (che magari ospita centinaia di siti web nello stesso server) o non ottimizzato per WordPress;
  • immagini non ottimizzate per il web: non è raro vedere immagini di qualche Megabyte che potrebbero essere efficacemente ridotte a poche centinaia di Kilobyte, con notevole aumento della velocità di caricamento;
  • plugin scritti male dagli sviluppatori oppure utilizzati in numero eccessivo;
  • un tema WordPress troppo complesso o mal strutturato.

Tra i vari siti che offrono la possibilità di testare la velocità, noi di CosaWeb stimiamo molto GtMetrix. Anche se non sei in grado di intervenire direttamente per migliorare le prestazioni del tuo sito, dovresti comunque avere una idea delle sue performance.

9. Il sito ha un certificato SSL installato?

Supportare il protocollo SSL/HTTPS non è più una opzione riservata ai siti ecommerce. Tutti gli utenti vogliono oggi navigare in siti sicuri.

Rendere il tuo sito raggiungibile attraverso il protocollo HTTPS, ti assicura subito dei grandi vantaggi:

  • i tuoi visitatori vedendo il famoso lucchetto nella barra di navigazione di Chrome o Firefox, si sentiranno più tutelati e più inclini a compilare i tuoi moduli di contatto;
  • il tuo sito avrà una preferenza da parte di Google che da anni spinge a implementare questo protocollo di sicurezza in tutti i siti web;
  • eviterai future penalizzazioni. Già oggi alcuni browser avvertono preventivamente l’utente che si accinge a navigare verso un sito “non sicuro” con segnali di allerta: certamente un invito a fuggire a gambe levate dal quel sito web.

10. Il vostro sito WordPress è attento alla sicurezza?

Migliaia di siti vengono hackerati ogni giorno con gravi danni economici e di immagine. Non esistono siti sicuri al 100% ma è senz’altro possibile utilizzare degli accorgimenti che rendano difficile la vita agli hacker.

Se la questione sicurezza deve essere certamente affidata agli specialisti, ci sono almeno due accorgimenti facilmente implementabili:

  • eseguire un periodico backup completo del sito web. Esistono soluzioni offerte dai fornitori di hosting (Siteground, Keliweb) oppure plugin che periodicamente eseguono il backup di tutto il sito compreso il database usato da WordPress. Un backup non vi salva dall’attacco ma quanto meno vi permette un rapido ripristino minimizzando i danni.
  • installare un plugin di sicurezza che protegga il tuo sito web. Tra i più raccomandabili, nella nostra esperienza, indicheremmo Sucuri e Wordfence.

In conclusione

Il tuo sito web è la componente principale su cui fondare sia la tua presenza online sia le tue azioni di marketing offline. Prendi spunto da questa nostra revisione per valutare lo stato del tuo sito web: se risulterà in buona salute potrà svolgere il suo ruolo, attrarre i visitatori giusti e convertirli in contatti qualificati per il tuo business.

Se hai il dubbio che anche il tuo sito web richieda una revisione, perchè non ne parli con il nostro web coach?

Se sei interessato a ricevere gratuitamente i consigli dei nostri coach, iscriviti alla newsletter dal modulo che trovi nella barra laterale.

Photo by Halacious